Intossicazioni: Prodotti vari

Esistono alcune sostanze notoriamente tossiche per l'uomo e che diamo per scontato lo siano anche per i nostri gatti; purtroppo non è vero il contrario e cioè che sostanze che non sono tossiche per l'uomo non lo siano anche per i nostri gatti.

Di seguito viene riportata una lista dei prodotti, che più frequentemente si possono trovare in una casa e che possono provocare gravi danni ai nostri animali:

  • Naftalina: La naftalina è tra gli antitarme più conosciuti e anche se esistono in commercio altri prodotti con la stessa funzione, ma con minore tossicità, continua ad essere abbastanza diffusa. L’intossicazione avviene per ingestione, più spesso nei cuccioli. La naftalina crea inizialmente danni a stomaco e intestino, ma poi danneggia i globuli rossi e porta a anemia. I sintomi di questo tipo di intossicazione sono:
    • Vomito, che a volte emana il tipico odore di antitarm
    • Dolore addominale
    • Depressione del sensorio
    • Aumento della frequenza cardiaca e respiratoria
    • Pallore delle mucose
    • Convulsioni.

La dose letale dipende dal peso ed è circa 400 mg/kg. A questo proposito è importante ricordare che una pallina “tipo” pesa circa 6 g, quindi questo significa che una sola pallina può causare la morte in un animale di 15 kg. Viste le potenziali drammatiche conseguenze, è fondamentale lavorare sulla prevenzione, togliendo questo prodotto dalla portata del proprio gatto e controllando sempre attentamente di non chiudere il proprio animale in armadi e cassetti.

  • Detersivi: Quando si parla di detersivi, bisogna fare una distinzione tra i vari prodotti dal momento che presentano diverse tossicità.
    • Saponi: I saponi naturali senza additivi (es. sapone di Marsiglia) e i saponi da lavanderia sono poco tossici e generalmente provocano:
    • Detergenti anionici: I detersivi per bucato e lo shampoo sono poco tossici, ma possono creare comunque problemi, sia nel caso in cui il gatto ingerisca questi prodotti sia che ci venga semplicemente a contatto.
      • Sintomi da ingestione:
        • Irritazione delle mucose
        • Ulcerazioni del tratto gastrointestinale
      • Sintomi da contatto:
        • Edema congiuntivale
        • Lesioni gravi alle cornee
        • Compromissione della vista
    • Detergenti cationici: I detergenti per la casa, i disinfettanti e gli ammorbidenti sono molto tossici e possono creare gravi problemi, sia nel caso in cui il gatto ingerisca questi prodotti sia che ci venga semplicemente a contatto.
      • Sintomi da ingestione:
        • Ustioni del tratto gastrointestinale
        • Convulsioni
        • Coma (nel caso di gravi intossicazioni)
        • Morte (nel caso di gravi intossicazioni)
      • Sintomi da contatto:
        • Gravi lesioni cutanee e oculari
    • Detergenti non-ionici: I detergenti per lavastoviglie sono poco tossici e generalmente provocano:

NB: ANCHE SE IN ALCUNI CASI LO SONO SOLO LIEVEMENTE, I DETERSIVI SONO SEMPRE E COMUNQUE TOSSICI E PERTANTO DEVONO ESSERE TENUTI LONTANI DAI NOSTRI ANIMALI. SI RICORDA INOLTRE CHE L'INGESTIONE PUO' AVVENIRE ANCHE INDIRETTAMENTE ATTRAVERSO IL LECCAMENTO. E' PERTANTO IMPORTANTE NON SOLO TENERE I DETERSIVI LONTANI DAI NOSTRI GATTI, MA E' ALTRESI' IMPORTANTE RISCIACQUARE BENE LE SUPERFICI DOPO IL LORO UTILIZZO.

  • Ferro: Le fonti di ferro per i nostri gatti possono essere integratori alimentari oppure prodotti fertilizzanti. Quando il gatto ingerisce quantità di ferro eccessive, presenta danni a livello dello stomaco, dell’intestino e della funzionalità cellulare nell’organismo. I sintomi di una intossicazione di ferro sono:
    • Depressione del sensorio
    • Dolore addominale
    • Pallore delle mucose
    • Ulcere perforanti (nel caso di gravi intossicazioni)
    • Coma (nel caso di gravi intossicazioni)
    • Morte (nel caso di gravi intossicazioni)
  • Antigelo per l'auto: Teoricamente l'antigelo per l'auto non è proprio un tossico “casalingo” e sempre teoricamente non fa parte di quei prodotti che si tengono tranquillamente alla portata del proprio gatto. Questa sostanza però è molto pericolosa e pertanto merita di essere citata. L'antigelo ha un sapore dolciastro, che lo rende molto appetibile per i gatti. L’avvelenamento riconosce tre fasi:
    • Prima fase: In questa fase si presentano:
      • Sete intensa
      • Aumento della produzione di urina
      • Depressione del sensorio
      • Convulsioni
    • Seconda fase: In questa fase si ha un peggioramento dei sintomi della prima fase
    • Terza fase: In questa fase si mettono in evidenza i sintomi legati ai gravissimi danni cui sono andati incontro i reni, le urine diventano poche se non nulle, il vomito e la depressione del sensorio peggiorano. In questa fase il gatto può andare incontro a morte. La terapia di solito è efficace se estremamente tempestiva, poi con il passare del tempo perde d'efficacia e di deve solo tentare di contenere i danni.

Viste le potenziali drammatiche conseguenze, è fondamentale lavorare sulla prevenzione, togliendo questo prodotto dalla portata del proprio gatto.

  • Nicotina: I gatti ovviamente non fumano le sigarette, ma altrettanto ovviamente possono intossicarsi comunque mangiando le sigarette del proprietario. La nicotina ha effetto sul sistema nervoso. I sintomi si manifestano poco dopo l’ingestione e sono rappresentati da:
    • Eccitazione
    • Aumento della frequenza cardiaca e respiratoria
    • Scialorrea (ipersalivazione)
    • Urinazione frequente
    • Debolezza (in caso di gravi e prolungate intossicazioni)
    • Tremori muscolari (in caso di gravi e prolungate intossicazioni)
    • Coma (in caso di gravi e prolungate intossicazioni)
    • Morte(in caso di gravi e prolungate intossicazioni)

Viste le potenziali drammatiche conseguenze, è fondamentale lavorare sulla prevenzione, togliendo questo prodotto dalla portata del proprio gatto.

  • Pennarelli: Alcuni pennarelli, soprattutto alcuni evidenziatori, contengono anilina, una sostanza tossica se viene ingerita. I sintomi sono:
    • Depressione del sensorio
    • Difficoltà respiratorie
    • Iperemia delle mucose
    • Convulsioni
  • Potpourri: Le essenze per potpourri contengono di solito oli essenziali e detergenti, sostanze tossiche che possono dare origine a gravi problemi. I sintomi di questa intossicazione sono:
    • Scialorrea (ipersalivazione)
    • Aumento della temperatura
    • Difficoltà nella respirazione
    • Lacrimazione intensa
  • Repellente per zanzare: L'intossicazione solitamente avviene per ingestione accidentale di spray o lozioni oppure per mano dei proprietari, che volendo evitare che anche i propri gatti vengano molestati dagli insetti, spruzzano loro addosso questo genere di prodotto. I sintomi dell’intossicazione comprendono:
    • Tremori
    • Eccitazione
    • Difficoltà nel movimento
    • Convulsioni


Silvia Bombardi

  • alimentazione/le_nutrizionali_patologie/intossicazioni/prodotti_vari.txt
  • Ultima modifica: 2009/11/04 15:20
  • da 21